Salame di Mangalica ( cliecca sull'immagine per tornare al menù ) Salame di Mangalica ( cliecca sull'immagine per tornare al menù )

I suini di razza Mangalica

 

Una ricerca iniziata quasi 10 anni fa ha portato oggi alla nascita della gamma di specialità di Mangalica Jolanda de Colò. Questa razza suina (detta anche mangaliza o mangalitsa) un tempo era diffusa e apprezzata in tutta l’area dei Carpazi, in particolare in Ungheria, ma poco per volta è stata messa da parte e sostituita, come quasi tutte le razze autoctone, da incroci moderni. E’ un suino di piccola taglia che cresce lentamente e non può essere rinchiuso: è perciò assolutamente incompatibile con l’allevamento industriale. La sua caratteristica più particolare è il pelo folto che diventa riccio in inverno, conferendo all’animale un aspetto da pecora. E’ un maiale molto grasso, il più grasso tra le diverse razze suine, con depositi che sul dorso possono raggiungere anche uno spessore di 20 cm. La sua parte grassa particolarmente oleosa è molto simile a quella dei maiali di razza Iberica. Tutto ciò fa sì che i suoi prosciutti e le lonze maturino lentamente e, di conseguenza, abbiano una maggior ricchezza aromatica; anche la carne, gustosissima, è abbondantemente infiltrata di grasso.

I suini di razza Mangalica sono un Presidio Slow Food.